Regione Lombardia

AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS | Decreto Presidente del Consiglio 11 giugno e Ordinanza Regionale 12 giugno

Pubblicato il 13 giugno 2020 • Comune , Emergenza , Salute

Le nuove disposizioni del Presidente del Consiglio (DPCM 11 giugno) e del Presidente di Regione Lombardia (Ordinanza regionale 12 giugno) introducono alcune novità in vigore dal 15 giugno.

E' sempre obbligatorio indossare la mascherina o comunque coprire naso e bocca con altro indumento quando si esce dalla propria abitazione. Non c'è l'obbligo per bambini sotto i 6 anni e per persone disabili che per il tipo di disabilità non possono tenere questi dispositivi. Per coloro che svolgono intensa attività motoria o intensa attività sportiva non è obbligatorio l’uso di mascherina o di altra protezione individuale durante la predetta attività fisica, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa ed il mantenimento del distanziamento sociale.

Di seguito le principali nuove disposizioni:

  • Divieto di ogni forma di assembramento di persone (in luoghi pubblici e privati)
  • Attività motoria e sportiva: sono autorizzate rispettando le distanze di 1 metro per attività motoria e 2 metri per attività sportiva
  • Sport: sono consentite le competizioni sportive senza pubblico, ad eccezione delle discipline “di contatto”, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva
  • Parchi e giochi per bambini/aree attrezzate: è in fase di valutazione la loro riapertura ai sensi delle nuove linee guida pubblicate
  • Riapertura dal 15 giugno delle seguenti attività:
    • spettacolo, cinema e teatri, sia al chiuso che all’aperto
    • sagre locali
    • servizi per l’infanzia e l’adolescenza (centri estivi)
    • sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse
  • Restano sospese fino al 14 luglio 2020 le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali simili, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi
  • Restano inoltre vietati, fino al 30 giugno 2020, gli spostamenti da e per Stati e territori diversi da Unione Europea, Stati parte dell'accordo di Schengen, Gran Bretagna, Andorra, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute.


Qui l’elenco completo delle attività che saranno attive dal 15 giugno nel rispetto Linee guida con le indicazioni operative per le attività (si veda allegato):

  • Ristorazione
  • Stabilimenti balneari e spiagge
  • Attività ricettive e locazioni brevi
  • Strutture turistico-ricettive all’aria aperta (campeggi e villaggi turistici)
  • Rifugi alpinistici ed escursionistici ed ostelli per la gioventù
  • Acconciatori, estetisti, tatuatori e piercers, centri massaggi e centri abbronzatura
  • Commercio al dettaglio in sede fissa e agenzie di viaggi
  • Commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere, sagre, posteggi isolati e attività in forma itinerante)
  • Uffici aperti al pubblico
  • Piscine
  • Palestre
  • Manutenzione del verde
  • Musei, archivi e biblioteche e altri luoghi della cultura
  • Attività fisica all’aperto
  • Noleggio veicoli e altre attrezzature
  • Informatori scientifici del farmaco e vendita porta a porta
  • Aree giochi per bambini
  • Circoli culturali e ricreativi
  • Formazione professionale
  • Spettacoli
  • Parchi tematici, faunistici e di divertimento
  • Servizi per l’infanzia e l’adolescenza
  • Professioni della montagna
  • Guide turistiche
  • Impianti a fune e di risalita ad uso turistico, sportivo e ricreativo
  • Strutture termali e centri benessere
  • Sale Slot, Sale Giochi, Sale Bingo e Sale Scommesse

 

Ricordiamo di attuare sempre le misure igienico-sanitarie previste:
1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
3. evitare abbracci e strette di mano;
4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;
5. praticare l'igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
6. evitare l'uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l'attivita' sportiva;
7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

 

DPCM 11 giugno + allegati
Allegato 2.79 MB formato pdf
Scarica
Ordinanza regionale 12 giugno + allegati
Allegato 664.00 KB formato pdf
Scarica