Regione Lombardia

AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS | Decreto Presidente del Consiglio 10 aprile e Ordinanza Regionale 11 aprile

Pubblicato il 11 aprile 2020 • Comune , Salute , Servizi

Le nuove disposizioni del Presidente del Consiglio (DPCM 10 aprile) e del Presidente di Regione Lombardia (Ordinanza regionale 11 aprile) non introducono particolari novità in merito agli spostamenti dei cittadini.

Fino al 3 maggio è possibile spostarsi solo per comprovate esigenze lavorative, motivi di saluti o situazioni di necessità.

Ci sono alcune novità in merito all’apertura delle attività (allegati 1,2,3 del DPCM).

 

In Lombardia però permangono alcune restrizioni:

  • Quando si esce dalla propria abitazione è obbligo utilizzare la mascherina o qualunque altro indumento che copra naso e bocca (esempio: foulard e sciarpe);
  • Prodotti di cartoleria, libri, fiori e piante possono essere venduti solo negli ipermercati e nei supermercati;
  • Vietata la vendita nei giorni festivi e prefestivi di prodotti di informatica, elettronica, illuminazione, ferramenta – comprese vernici, materiale elettrico e termoidraulico – ottica, fotografia;
  • L’accesso alle attività commerciali è consentita ad un solo componente per nucleo familiare (ad eccezione della necessità di portare con sé minori, disabili, anziani): la spesa quindi non si può fare in due se non per i casi di necessità;
  • Le attività professionali, scientifiche e tecniche, attività di direzione aziendali e di consulenza gestionale, attività degli studi di architettura e d'ingegneria, collaudi ed analisi tecniche, ricerca scientifica e sviluppo, altre attività professionali, scientifiche e tecniche devono essere svolte in modalità di lavoro agile, fatti salvi gli specifici adempimenti relativi ai servizi indifferibili ed urgenti o sottoposti a termini di scadenza;
  • Sono sospese le attività di “riparazione e manutenzione di computer e periferiche”, “riparazione e manutenzione di telefoni fissi, cordless e cellulari”, “riparazione e manutenzione di altre apparecchiature per le comunicazioni, “riparazione di elettrodomestici e di articoli per la casa” ad eccezione degli interventi degli interventi necessari all’erogazione dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali, interventi necessari per la garanzia della continuità delle attività consentite e interventi urgenti per le abitazioni.

È comunque consentita la consegna a domicilio da parte degli operatori commerciali al dettaglio per tutte le categorie merceologiche.

DPCM 10 aprile 2020
Allegato formato pdf
Scarica
Ordinanza Regionale 11 aprile 2020
Allegato formato pdf
Scarica