Regione Lombardia

Feste-Manifestazioni-Eventi-Sagre-Fiere

Ultima modifica 16 ottobre 2020

SAGRE
La regolamentazione e la programmazione delle sagre e il rilascio delle autorizzazioni amministrative spettano all’Amministrazione Comunale che le esercita attraverso il SUAP. Le correlate concessioni di suolo pubblico sono esercitate dal Settore Polizia Locale.
I soggetti che intendono organizzare le sagre, sia su area pubblica che su area privata, devono presentare apposita istanza, almeno quindici (15) giorni prima della data del 31 ottobre,nella quale devono dichiarare:

a) Dati anagrafici degli organizzatori e, nel caso di impresa, i relativi dati;
b) Indicazione dell’eventuale sito web della manifestazione e contatti (email / telefono);
c) Tipologia e numero indicativo degli operatori partecipanti;
d) Denominazione, ubicazione ed orari di svolgimento della manifestazione;
e) Indicazione, sulla relativa planimetria, delle aree destinate a parcheggi, anche provvisori, nonchè quelle
riservate a parcheggi per i soggetti diversamente abili con percorso accessibile;
f) Indicazione di presenza di servizi igienici, compresi quelli destinati a soggetti diversamente abili,
raggiungibili in autonomia e sicurezza, nei limiti stabiliti dalla normativa vigente;
g) Programma di massima della manifestazione;
h) Eventuale segnalazione di vendita o somministrazione di prodotti tipici enogastronomici, della cultura e dell’artigianato locale.
L’istanza deve essere corredata da:
- fotocopia documento di identità del sottoscrittore;
- copia dell’atto costitutivo e/o dello statuto (in alternativa si possono indicare siti o archivi accessibili digitalmente dai quali desumere le suddette informazioni).

Qualora l’istanza venga accolta e la manifestazione inserita nell’elenco del Calendario Regionale, il soggetto promotore avrà l’obbligo, pena la decadenza del diritto acquisito, di presentare almeno 30 giorni prima della data di svolgimento apposita domanda per il rilascio delle autorizzazioni di cui agli articolo 68 o 69 ed 80 del T.U.LL.P.S. relative agli aspetti di polizia amministrativa in materia di spettacoli, intrattenimento e pubblica incolumità.
Per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande temporanea dovrà essere preventivamente inviata apposita S.C.I.A., ai sensi dell’articolo 72 della legge regionale.
Il Responsabile SUAP provvederà, previa istruttoria sulla documentazione e raccolta dei consensi e/o pareri rilasciati dagli enti coinvolti (A.T.S. – ARPA – Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco – Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo), al rilascio delle relative autorizzazioni di polizia amministrativa.

PUBBLICO SPETTACOLO MEDIANTE LA COLLOCAZIONE DI STRUTTURE TEMPORANEE

Tutta la documentazione indicata dovrà essere datata e sottoscritta da tecnico abilitato iscritto all’Albo professionale.

1. Relazione tecnica illustrativa relativa alla manifestazione comprendente la descrizione dettagliata di ogni struttura prevista, a firma di un tecnico abilitato. 
2. Planimetria relativa al quadro di insieme delle strutture utilizzate indicante la collocazione delle stesse all’interno dell’area in allestimento a firma di un tecnico abilitato.
3. Relazione di calcolo delle strutture in relazione ai carichi di progetto previsti dalle norme, con allegati i relativi disegni e le caratteristiche tecniche dei materiali impiegati a firma di tecnico abilitato.
4. Certificato di collaudo della struttura o di elementi modulari della stessa, a firma di tecnico abilitato.
5. Certificato di idoneità statica dell’intera struttura utilizzata redatto in data non antecedente ad 1anno, e firmato da tecnico abilitato
6. Documentazione utile ad attestare la sicurezza di eventuali carichi sospesi a firma di tecnico qualificato (D.M. 14.1.2008 e D.Lgs 9.4.08 n. 81)
6.1. Documentazione tecnica illustrativa la presenza, la tipologia e la consistenza dei carichi sospesi;
6.2. Schemi dei sistemi di sospensione/appendimento evidenzianti, ove presenti, i sistemi complessi (p.e. struttura di sostegno a suo volta sospesa ad altra struttura), i carichi dinamici (carichi che si muovono o possono farlo durante lo spettacolo) e gli eventuali motori;
6.3. Certificazione sulla idoneità statica del sistema complessivo dei carichi sospesi effettivamente in opera, corredata dalla documentazione certificativa dei singoli componenti del sistema.
7. Progetto relativo ad impianti elettrici in caso di nuovi allestimenti, ovvero di modificazione di allestimenti preesistenti a firma di esperto in elettrotecnica (Ingegnere o Perito) 
8. Dichiarazione di conformità alla regola dell’arte secondo quanto previsto dalla L. 46/90, art. 9 e successive (da esibire in fase di sopralluogo)
9. Percorsi disabili (anche nel caso di spettacoli all’aperto)
10. Dichiarazione di predisposizione di servizi igienici (anche per disabili) ovvero dichiarazione degli esercenti dei pubblici esercizi della zona, dalla quale risulti la disponibilità ad accogliere gli spettatori della manifestazione per l’utilizzo dei servizi stessi. Tale dichiarazione dovrà contenere l’indicazione della sede degli esercizi e la loro denominazione.
11. Elenco di tutti i materiali installati (arredi, strutture, ecc.) classificabili per la loro classe di reazione al fuoco, con relativa dichiarazione di conformità ed omologazione.
12. Relazione tecnica relativa all’osservanza delle disposizioni tecniche antincendio, D.M. 19/08/96 – D.M. 18/03/96 e norme tecniche specifiche per eventuali attività secondarie pertinenti l’attività principale anche in relazione alla gestione della sicurezza (Titolo XVIII D.M. 19.08.96).
13. Relazione tecnica contenente la descrizione degli impianti di diffusione sonora utilizzati e le loro caratteristiche, con allegata la relativa documentazione. La stessa dovrà contenere, inoltre, richiesta di deroga alle emissioni sonore solo nel caso in cui siano previsti superamenti dei limiti di zona previsti per legge. In caso di richiesta di deroga nella relazione tecnica presentata dovrà essere riportata la seguenxte dicitura: “Vista la tipologia dei luoghi e le sorgenti utilizzate si è ritenuto di non poter rispettare i limiti previsti dal  D.P.C.M. 1 marzo 1991. Pertanto è stata richiesta deroga per le emissioni sonore al Settore Urbanistica ed Edilizia privata. Saranno rispettati i limiti previsti in deroga”. (Per ulteriori informazioni rivolgersi al Settore Urbanistica ed Edilizia privata del Comune di Bernareggio, Via Pertini n.46 – tel. 039.9452128) (2 COPIE)

N.B. Si rammenta che laddove non sia possibile fornire la documentazione in originale deve essere compilata la dichiarazione di conformità delle copie agli originali stessi.

MANIFESTAZIONI-EVENTI-FESTE
Per richiedere l'autorizzazione allo svolgimento di manifestazioni, eventi e feste temporanee occorre presentare una comunicazione on-line sul portale www.impresainungiorno.gov.it seguendo la procedura informatica. Devono sempre essere pagati i diritti di segreteria al Comune pari a € 35,00 e nel caso sia prevista la somministrazione di alimenti e bevande all'interno dell'evento/festa/manifestazione ulteriori pagare ulteriori € 50,00 all'ATS di Monza. E' necessario allegare SEMPRE all'Istanza la scheda AREU.

ESPRESSIONE DI INTERESSE AD ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONE PUBBLICA
Allegato formato pdf
Scarica
LEGGE REGIONALE 6/2010
Allegato formato pdf
Scarica
MODULO RICHIESTA CESSIONE AI FINI SOLIDARISTICI
Allegato formato pdf
Scarica
REGOLAMENTO PER LE MANIFESTAZIONI LOCALI
Allegato formato pdf
Scarica
REGOLAMENTO SAGRE
Allegato formato pdf
Scarica
RICHIESTA DEROGA ACUSTICA
Allegato formato pdf
Scarica
RICHIESTA OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO
Allegato formato pdf
Scarica