Regione Lombardia

Taglio boschi | Procedura Sitab

Ultima modifica 24 gennaio 2020

Per tagliare degli alberi per far legna o perché pericolosi, ma mantenendo il terreno a bosco, bisogna presentare una comunicazione agli enti forestali e rispettare le Norme Forestali Regionali (NFR), contenute nel Regolamento Regionale n. 5/2007.

Tali norme spiegano come tagliare gli alberi in un bosco, per procurarsi il legname in maniera compatibile con la tutela dell'ambiente o addirittura per migliorarlo, senza quindi distruggerlo.

Ma attenzione, non bisogna mai confondere il "disboscamento", cioè l'eliminazione del bosco per far posto a edifici, strade, piste da sci o campi coltivati, con il "taglio del bosco", cioè il taglio colturale di alberi per ricavare dalla foresta il legname indispensabile per la nostra economia o per eliminare le piante malate, pericolose o secche. Il disboscamento deve essere sempre autorizzato dall’ente forestale con una specifica procedura.

Il taglio colturale è permesso dalle leggi che tutelano la foresta e il paesaggio (D.Lgs n. 42/2004, D.Lgs n. 227/2001, L.R. 31/2008) e deve essere comunicato tramite la “denuncia di taglio bosco” all’ente forestale.

Ovviamente, il taglio colturale deve rispettare determinati criteri tecnici, per mantenere sana la foresta e permettere la nascita di nuove piante ("rinnovazione naturale"), che si basano sulla scienza che studia gli alberi e la rigenerazione del bosco: la selvicoltura.

Prima di fare un taglio colturale, è sempre necessario presentare una "denuncia di taglio" per informare l’ente forestale, che poi dovrà eseguire controlli a campione. La denuncia serve anche per raccogliere dati statistici sulla quantità di legname che viene tagliato nei boschi lombardi.

Per compilare on line sul portale Sitab della Regione Lombardia la "denuncia di taglio bosco", è necessario presentarsi presso degli operatori abilitati:

• tutte le province lombarde, tutte le comunità montane, tutti i parchi e riserve regionali, le sedi regionali territoriali, le sedi ERSAF;

• numerosi comuni, trai i quali anche il Comune di Bernareggio, alcuni PLIS, e i centri di assistenza agricola;

Per compilare la denuncia è necessario presentarsi presso un qualsiasi “centro abilitato” con i seguenti documenti:

- documento di riconoscimento, codice fiscale, indirizzo ed eventuale recapito telefonico e di posta elettronica del proprietario del bosco da tagliare;

- documento di riconoscimento, codice fiscale, indirizzo ed eventuale recapito telefonico e di posta elettronica del tagliatore del bosco (se diverso dal richiedente);

- dati catastali (foglio e mappale) del bosco da tagliare;

- superficie del bosco da tagliare;

- massa legnosa (in metri cubi) da tagliare per i boschi d’alto fusto e massa legnosa (in quintali) da tagliare per i boschi cedui;

- specie prevalenti che formano il bosco da tagliare.

dati necessari per il taglio del bosco

Allegato 9.66 MB formato pdf
Scarica