INSEGNE D'ESERCIZIO - presentazione SCIA

Ultima modifica 6 settembre 2023

ITER PROCEDIMENTALE PER AUTORIZZAZIONE INSEGNE DI ESERCIZIO

In ottemperanza a quanto previsto dalla Legge n. 241/1990 sui principi di semplificazione del procedimento amministrativo le Istanze di realizzazione delle insegne, targhe e pannelli di esercizio a scopo pubblicitario dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica al SUAP, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 82 del Regolamento Edilizio e corredate dai seguenti documenti:

  • Modello SCIA;
  • Carta d’identità richiedente;
  • Localizzazione intervento (foto aerea)
  • Indicazione grafica delle dimensioni, materiali e colori del manufatto;
  • Foto inserimento del manufatto;
  • Diritti di segreteria € 100,00.

Le stesse dovranno provvedere al pagamento per l’imposta comunale sulla pubblicità contattando:

M.T. Spa
Via Marzabotto, 30 - 20871 Vimercate (MB)
Tel. 039/6613161 - Fax 039/667746
mail: vimercate.tributi@maggioli.it

 

L'art. 82 del Regolamento Edilizio prevede che:

"1. Manifesti, cartelli pubblicitari ed altre affissioni murali, da considerarsi parte integrante del disegno della città e non sovrastrutture ininfluenti sul carattere dei luoghi sono disciplinati da apposito regolamento contenente i criteri per la realizzazione del piano generale degli impianti in ottemperanza all'art. 3 del D.Lgs. 15 novembre 1993, n.507.
2. L'installazione di insegne e mezzi pubblicitari nelle aree adiacenti alla viabilità non dovranno essere in contrasto con i disposti del Codice della Strada e del relativo Regolamento di esecuzione e attuazione. 
3. E’ soggetto ad autorizzazione il posizionamento, a scopo di pubblicità, di oggetti di qualsiasi genere sui fabbricati, sulle aree libere di pertinenza degli stessi o sulle aree non edificate, sia private che pubbliche o d’uso pubblico. 
4.Per la posa di mezzi pubblicitari visibili dagli spazi pubblici è necessaria, fatte salve le autorizzazioni di competenza di altri enti, l’autorizzazione comunale che può essere rilasciata solo quando risulti accertato che i requisiti oggettivi (tipologia, dimensioni, colori, materiali, composizione delle scritte o dei disegni, posizionamento, ecc.) dei mezzi pubblicitari siano tali da non alterare il decoro urbano e l’armonico inserimento nel contesto ambientale. 
5. Le insegne, le targhe, i pannelli di esercizio e simili sono consentite quando siano collocate nella sede o nelle pertinenze dell’esercizio o ditta ove si svolge l’attività (industriale, artigianale, commerciale, arte o professione). Le insegne di esercizi commerciali sono consentite quando siano collocate negli appositi spazi a ciò destinati nell’arredo della vetrina o nel sopraluce, non sporgano dal filo della facciata dell’edificio, non utilizzino sistemi di illuminazione ad intermittenza salvo che per i mezzi di comunicazione di messaggi posti all’interno delle vetrine dell’esercizio.
6. Le insegne a bandiera sono consentite quando non nuocciano al decoro dell’ambiente, abbiano limitata sporgenza e comunque rispettino quanto stabilito dall’art. 82 del presente regolamento. Sono di norma vietate le insegne a bandiera realizzate con cassonetti luminosi, in alluminio, in plexiglass e altri materiali plastici e anche qualora prevedano soluzioni luminose alternative, potranno essere assentite solo se realizzate con materiali consoni al contesto architettonico degli edifici su cui le stesse andranno installate e all’ambiente circostante. Eccezionalmente potranno essere consentite le insegne identificative delle farmacie recanti il simbolo a croce verde purché la loro collocazione sia tale da non nuocere alla circolazione stradale. 
7. E’ vietata l’installazione di insegne, di pannelli, di cartelli e di oggetti di qualsiasi genere a scopo di pubblicità sulle recinzioni (sia sulla muratura che sulla cancellata), sui parapetti dei balconi o dei terrazzi, sui parapetti delle finestre (o nel vano finestra) al di sopra del primo piano fuori terra degli edifici nonché al di sopra dei tetti degli edifici (siano essi piani o a falde inclinate); eccezionalmente dette installazioni possono essere consentite sugli immobili industriali ubicati nelle zone industriali e sugli immobili commerciali, classificabili, secondo le vigenti disposizioni, come centri commerciali o medie o grandi strutture di vendita, ubicati nelle zone commerciali, fermo restando il rispetto delle altre condizioni prescritte, per le suddette installazioni ,dal presente articolo."

 

 

 

tariffario SUAP BERNAREGGIO _2023
04-04-2023

Allegato 193.66 KB formato pdf

Regolamento Edilizio
03-05-2023

Allegato 816.74 KB formato pdf